BARCA

Home / Progetto / Barca

La Barca

Sam Manuard e il cantiere JPS Production per il nuovo Mach 5 di Alberto Bona

Per la sua nuova imbarcazione, lo skipper Alberto Bona ha scelto di rivolgersi a Sam Manuard, uno dei grandi architetti navali francesi quando si parla di classi oceaniche e che ad oggi ha disegnato 13 Class40, e al cantiere JPS Production, rinomato per la qualità delle sue costruzioni.

La barca di Alberto è il Mach 5, ultima evoluzione dei Class40 di Manuard, e si presenterà al via della Route du Ruhm come una delle imbarcazioni più innovative e recenti.

Sam Manuard: “Per disegnare il Mach 5, abbiamo beneficiato di tutta l’esperienza del Mach 4 e delle osservazioni delle altre barche. Questo ha permesso di definire un nuovo concept che riteniamo molto efficace”. Alberto avrà a disposizione una delle barche più recenti della flotta e tutti gli strumenti per puntare a ottimi risultati.

Una barca potente, versatile, veloce, più ergonomica e ottimizzata per la Route du Rhum: “Questa barca riflette perfettamente il nostro approccio al programma – sintetizza Alberto Bonaè il frutto della ricerca del dettaglio, del miglioramento in ogni singolo aspetto: cercavamo uno scafo veloce, chiaramente ai limiti della box rule, affidabile in tutte le condizioni meteo e sufficientemente innovativo da saper incidere e fare la differenza”.

La scelta di Sam Manuard come progettista è stata praticamente naturale”, continua Bona, e posa su una solida frequentazione ai tempi della classe Mini, sulla condivisione di una visione progettuale e sulle innovazioni che Alberto stava cercando per il suo Class40 IBSA. “Sam aveva lavorato a un nuovo disegno e aveva effettuato gli studi più recenti per definire il migliore compromesso di carena – aggiunge lo skipper – ho studiato i suoi disegni precedenti e sono sicuro che ha trovato un equilibrio interessante per la nuova barca. Condivido gli obiettivi di partenza del progetto al 100%, il livello sportivo in Class40 continua a salire e le barche sono molto impegnative da portare al massimo… preservare lo skipper diventa un punto fondamentale!

Sam Manuard conferma: “L’ergonomia dell’abitacolo sta diventando un aspetto decisivo. Il livello generale sale nei Class40 e per vincere bisogna essere in grado di attaccare duramente. Ciò richiede una maggiore protezione, una buona visuale dalla posizione di vedetta, la possibilità di regolare le vele e regolare le traiettorie costantemente senza stancarsi troppo. È in questa prospettiva che abbiamo lavorato”.

Il Class40 IBSA è stato varato il 3 agosto a La Trinité-sur-Mer e il 9 settembre è previsto il Battesimo del Mare, la cerimonia che farà ufficialmente entrare il Class40 nel mondo IBSA.

Class40 – scheda tecnica

  • Lunghezza scafo = 12,19 metri
  • Larghezza scafo = 4.50 metri
  • Peso= 4,5 tonn.
  • Superficie vele bolina = 115 m. q.
  • Superficie lasco= 300 m.q.
  • Altezza albero=20 m.

Principali caratteristiche di innovazione e design:

  • Ergonomia spazi interni ed esterni per vita a bordo
  • Carena potente con volumi a prua ma più gestibile nel mare formato
  • Pozzetto profondo per sicurezza nelle manovre
  • Innovazione sui punti di scotta per la regolazione delle vele
  • Studio innovativo sulle appendici immerse (chiglia e timoni)

News BARCA