DAY: 12 NOVEMBRE 2022

Un sabato da quiete prima della tempesta. Alberto Bona sul Class40 IBSA ci sveglia stamani alle 9 dall’alto di un quinto posto, primo italiano nei Class 40 al rilevamento. Dopo aver passato i primi tre giorni di regata di bolina, con vento abbastanza forte e onda formata, arriva la tregua. A partire dall’alba, il vento è diminuito sotto i dieci nodi, e probabilmente diminuirà ancora per qualche ora. 

Per poter mantenere una media accettabile di velocità, tutto il gruppetto di testa, composto da dieci barche in 16 miglia di distacco, tra le 7 e le 8 di stamani ha ripiegato a Nord-Ovest, in modo da avere un angolo con il vento tale da garantire alla barca di progredire, anche se non in diretto avvicinamento, verso l’arrivo.

La vela è questione di geometria: l’obiettivo è correre più veloci possibile nella miglior direzione verso l’arrivo, ma se non si possono fare entrambe le cose, bisogna scegliere quella più conveniente mediando tra la convenienza immediata e quella di lungo periodo. Così il gruppo attualmente in testa ai Class40, Alberto Bona compreso, ha dovuto scegliere di alzarsi di qualche grado verso Nord-Ovest per mantenere una sufficiente velocità nella bonaccia e, di fatto, in avvicinamento anche alla prossima perturbazione. Potrebbe sembrare una brutta notizia, ma non lo è perché ricordiamo che qui l’obiettivo è correre, e per farlo serve il vento!

Di fronte al Class40 IBSA, dopo la bonaccia, torneranno venti intorno ai 30 nodi, ancora per un po’ di bolina: un’altra centrifuga che potrebbe animare questo sabato di navigazione.

Ultimi aggiornamenti