DAY: 21 NOVEMBRE 2022

L’aliseo premia i primi e in questa lunga notte, quella tra domenica e lunedì, i distacchi aumentano in Class40: Paprec Arkéa è sceso sotto le 700 miglia dal traguardo e ha messo 120 miglia di vantaggio sul secondo e sul terzo, l’italiano Ambrogio Beccaria. Il francese, che ormai da molti giorni guida la Class40 verso l’arrivo, tra oggi e domani inizierà a pensare all’approccio alla Guadalupa con una serie di strambate – racconta – che lo metteranno in condizioni di trovarsi lungo la miglior rotta per affrontare il giro finale dell’isola, dando un po’ di movimento alla giornata, perché salire sull’aliseo facilita sicuramente le cose rispetto alla prima settimana di bolina, ma rende anche la navigazione piuttosto monotona.

Parlando di Alberto Bona: l’obiettivo di ieri, annunciato da una voce squillante in un audio da bordo, era quello di riacciuffare Antoine Carpentier su Redman. L’operazione è in corso, ma da ovest, complice una zona di maggior pressione, è scappato il gemello Luke Berry, che approfittando del duello si è infilato in quinta posizione, 15 miglia davanti ad Alberto.

“Finché non si taglia non è finito” – ha sentenziato Alberto Bona ieri, e se chi è davanti da quattro giorni continua ad aver più pressione, bisogna aver fiducia e non mollare, pur rincorrendo. Nelle ultime 24 ore il Class40 IBSA ha percorso 323 miglia e poiché ne mancano meno di mille al traguardo, l’arrivo potrebbe concretizzarsi effettivamente il mattino del 24 novembre.

Oggi intanto sarà il gran giorno degli IMOCA, con l’arrivo dei primi (e probabilmente il nuovo record di classe), mentre in gara al momento ci sono ancora 101 imbarcazioni.

Ultimi aggiornamenti